Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

imagination & communication strategies

PERCORSI DELL' IMMAGINAZIONE

PER UNA REALTÀ MEMORABILE

IMMAGINARE L'IMMAGINAZIONE

Il legame tra corpo e mente, arte e ingegno

A eccezione di chi con l’immaginazione convive per vocazione, esperienza o professione, il processo immaginativo è figurato in maniera riduttiva come un percorso fantasioso che esiste in un piano, diciamo così, parallelo alla cosiddetta realtà, anche se di status elevato.

Esistono inoltre filoni interi di pensiero che individuano erroneamente nella fantasia, creatività e immaginazione aree di competenza umanistica e dunque soft, relegandole, anche in questo caso, in una marginalità del tutto accessoria, anche se dotata di un certo fascino.

Un altro luogo comune molto diffuso considera l’immaginazione come un processo intangibile e immateriale, mentre coinvolge in maniera intrinseca e misurabile il nostro intero essere biologico, fisico e corporeo.

Il primo passo da compiere rispetto all’idea stessa di immaginazione è dunque quello di smentire ciascuno di questi pregiudizi: il processo immaginativo è l’incipit, l’esordio stesso della nostra evoluzione di specie, e avviene prima, durante e dopo ogni nostra attività, soft o hard che sia.

Prima di essere schiuma, saremo indomabili onde.
Cesare Pavese

FUGGIRE O ATTACCARE?

Nessuno dei due: immaginare evolvendo!

La dicotomia attacco o fuga si riferisce alla reazione che un essere vivente mette in atto quando vive una situazione di difficoltà o pericolo percepiti. In un orizzonte di continuità rassicurante, ad esempio, anche un semplice cambiamento è destabilizzante e dunque potenzialmente pericoloso.

Questa reazione binaria, innescata da una risposta atavica, spesso si riverbera in azioni conflittuali rispetto allo stimolo iniziale, e non è detto che tale risposta sia quella meno pericolosa, soprattutto a medio termine, né quella più adattativa, nemmeno nel breve periodo.

L’immaginazione, invece – nei suoi processi predittivi e strategici – è una modalità di reazione agli eventi più evoluta, creativa ed efficace anche in termini di adattamento. 

Da alcuni anni, infatti, studi altamente approfonditi hanno finalmente sciolto la dicotomia arbitraria tra immaginario e realtà, mente e corpo, natura e cultura, innato e artificiale.

Da tali studi emerge l’evidenza che sono le competenze percettive, cognitive ed espressive quelle che ci connettono in modo produttivo con la realtà che ci circonda. Non si tratta dunque di risorse intangibili, ma di potenzialità correlate alle nostre capacità di sopravvivenza ed evoluzione.

ORIZZONTE
ECO-SISTEMICO

L’immaginazione, se istruita e allenata in modo adeguato e continuativo, ci aiuta ogni giorno a:

OSSERVARE L'AMBIENTE che ci circonda in maniera meno connotata personalmente

RITROVARE nelle nostre RADICI le caratteristiche istintive più identitarie

RIATTIVARE istanze EMOZIONALI in zone in apparenza aride e iper-razionali

RESTITUIRE slancio e CORAGGIO alle nostre istanze esplorative verso il mondo

A COSA SERVE L'IMMAGINAZIONE?

ORIZZONTE
PROSPETTICO

Le competenze immaginifiche rompono gli schemi automatici di pensiero e azione e consentono di:

VIVERE il PRESENTE al di là dai luoghi comuni che solitamente gli sono attribuiti

INTUIRE il potenziale EVOLUTIVO del presente con meno timore verso il futuro

RINNOVARE la visione verso il PASSATO per plasmare meglio le nostre aspettative

GIOCARE D'ANTICIPO e agire in maniera predittiva rispetto ai nostri obiettivi

ORIZZONTE
DELLE RELAZIONI

L’empatia immaginativa non è solo la capacità di immedesimarci nel prossimo, ma permette di: 

RAPPORTARCI agli altri più LIBERAMENTE attingendo creativamente alle nostre risorse

GUARDARE la realtà attraverso diversi PUNTI DI VISTA in maniera più inclusiva

DIFENDERCI DALL'OVERDOSE comunicativa selezionando le informazioni più affidabili

REAGIRE ALLE INTERAZIONI critiche convertendo fraintendimenti in atti di chiarimento

ODE ALL'IMMAGINAZIONE

L'arte di ri-mediare il mondo

Questi stessi presupposti sono alla base della mia attività professionale, oltre che personale, e ogni mia attività e progetto, consulenza e percorso di formazione partono da queste considerazioni.

Questo, nella convinzione che si tratti di questioni dirimenti per orientarsi con competenza nella cosiddetta realtà, sia dal punto di vista personale che professionale e rispetto non solo al futuro, ma anche al presente. 

Quello che oggi è infatti saltato è il confine stesso tra ciò che è vero, falso o verosimile e, a causa dei processi tecnologici in corso, sarà sempre più difficile distinguerlo.

Quello che occorre mettere in atto, ne sono convinta, è un cambio di paradigma culturale ancorato alle nostre capacità creative e immaginative, anziché soltanto a quelle computazionali e razionali. 

La mia esperienza nel campo dell’innovazione – con il dovuto senso delle proporzioni – è una risposta professionale a tali bisogni. Questo, attraverso servizi e progetti centrati sul processo immaginativo per trovare soluzioni adeguate e durature alle diverse istanze di cambiamento.

DICONO DI ME

Condivido con piacere quello che alcune delle persone che si sono servite dei miei servizi
hanno voluto così gentilmente scrivere di me.

Mariagrazia VillaDocente universitaria di Etica della Comunicazione.
Leggi Tutto
In presenza di Natalia, si respira un’aria di Rinascimento. Con le sue riflessioni, azioni e parole, salva l’umano che è in noi. Lo illumina e gli permette di arrivare altrove. Nulla è mai prevedibile in ciò che lei dice, fa o pensa. Credo che dipenda dal suo essere una scienziata del bello: lo evoca, ne cattura i brividi e lo conquista, sconvolgendone la formula.
Maurizio PontremoliCEO di Maps Group S.p.A.
Leggi Tutto
Qualcuno, non so più chi, ha affermato che il limite di ognuno è dato dalla sua capacità di comunicare. Natalia, nel collaborare con il gruppo Maps, e in particolare sulle nostre esigenze di comunicazione, ha avuto un approccio basato sullo studio, l’intuizione e la multidisciplinarietà.  Ha realizzato diverse iniziative destinate sia a pubblici interni che esterni all’azienda. In ogni progetto di comunicazione traspariva un’anima di innovazione, di unicità che ha generato ispirazione, coinvolgimento e risultati duraturi. Ecco, dopo vari anni di collaborazione, posso affermare che Natalia ci ha aiutato a spostare un po’ più in là i nostri limiti, aprendoci a nuovi modi di comunicare e quindi a nuove opportunità.
Lara StanghelliniPresidente de La bula ONLUS
Leggi Tutto
Quella fatta con l'I.T.E.R Abyss di Natalia è stata un'esperienza di apprendimento profondo. A tratti spiazzante, è un percorso bellissimo, che apre delle porte e moltiplica come un prisma la tua capacità di vedere, di immaginare, di prevedere, di progettare. È una scuola online dove ti sperimenti nell'intimità di te stessa, ma che ha sempre una guida viva, li dietro, oltre lo schermo, che valuta, consiglia, guida, con feedback personalizzati e incontri de visu. È un corso che, anche quando è concluso, si dimostra in realtà l'inizio del tuo percorso personale, che ti invita e ti aiuta a coltivare l'immaginazione come una facoltà plastica e sempre viva, che va legittimata e di cui aver cura, per fare poi scelte consapevoli, libere da condizionamenti inconsci e aderenti alla tua persona, quindi profondamente etiche, anche nei confronti dell'altro da te. Che dire... da fare! Con slancio, curiosità e impegno!
Linda FilippiniTitolare della Casa vacanze Cà dei Càsai
Leggi Tutto
Ho contattato Natalia per l’immagine coordinata della mia attività di B&B. Mi sento di dire senza timori che ho trovato ASCOLTO. Sarà banale riferito a un servizio di comunicazione, ma non sempre accade. Ho potuto constatare immediatamente quanto importante sia anche in una piccola realtà come la mia avere un sito web accattivante, e ho avuto una netta impennata di prenotazioni. Grazie Natalia!
Giovanni RossiFotografo & Interior Designer
Leggi Tutto
Lo spiccato senso artistico e poetico di Natalia, trasposto nei suoi lavori di progettazione e design lascia un segno marcato senza perdere di vista la qualità funzionale richiesta. Questa esperienza “trasversale” trova conferme indiscutibili in alcuni suoi progetti passati, trasposti in linee formali che ancor oggi testimoniano di non essere state soggette alla moda del momento.
Marco Zibana alias Responsabile Amministrativo della Bucci Costruzioni
Leggi Tutto
Avevamo assolutamente bisogno, in tempi brevissimi, di rinnovare la nostra immagine aziendale e di impostare una campagna di comunicazione che promuovesse il nostro prodotto. Grazie alla professionalità di Natalia, siamo riusciti ad ottenere tutto questo in tempi molto ristretti, ottenendo un’ottima visibilità sui principali motori di ricerca. Grazie Natalia.
Elena FilippiniTitolare di Kevlove Curious Sailbags
Leggi Tutto
Siamo (intenzionalmente) una “piccola” azienda artigianale con una radicata storia lavor-familiare alle spalle con la ferma intenzione di mantenere salde le nostre origini insieme alla qualità dei nostri prodotti (borse in tessuto di vela). Dopo una lunga ricerca abbiamo trovato Natalia con la sua grande ed efficace professionalità. E’ riuscita a capire le nostre esigenze ed attuare un piano articolabile nel tempo. Grazie Natalia!
Letizia MandorliResponsabile sanitario dello Studio Crescere Insieme
Leggi Tutto
Conosco Natalia da qualche anno e ho avuto la fortuna di potermi rivolgere a lei per elaborare un piano di comunicazione dello studio veterinario che ho voluto rilevare. In questo passaggio così delicato Natalia mi ha aiutata molto con ottimi consigli sia relativi alla comunicazione in generale che alla creazione di un’adeguata immagine coordinata, online e offline. Grazie!